Tu sei qui: Home / Concorsi / Concorso scolastico nazionale "I giovani ricordano la Shoah"

Concorso scolastico nazionale "I giovani ricordano la Shoah"

creato da Alessandra Lotti ultima modifica 31/10/2017 10:52
Termine ultimo per l'invio degli elaborati: 28 novembre 2017.

Torna per il sedicesimo anno consecutivo "I giovani ricordano la Shoah", il Concorso rivolto a tutti gli allievi del primo e secondo ciclo di istruzione, al fine di promuovere studi e approfondimenti sul tragico evento che ha indelebilmente segnato la storia europea del '900.

 

Il Concorso, bandito dal M.I.U.R, il Ministero della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca, rientra infatti nell'ambito delle iniziative realizzate, su tutto il territorio nazionale, in occasione della Giornata della Memoria, con cui ogni anno il 27 gennaio, si ricordano le vittime della politica persecutoria messa in atto negli anni '30 e '40 dalla Germania nazista, e dai suoi alleati, nei confronti degli ebrei di tutta Europa.


OGGETTO DEL CONCORSO

Oggetto del Concorso è la produzione di elaborati di tipo storico-documentale e/o artistico letterario sui temi legati all'Olocausto che possono articolarsi in ricerche, saggi o articoli di giornale, ma anche rappresentazioni teatrali, opere di pittura/scultura, attività musicali, cortometraggi, spot, e campagne pubblicitarie anche attraverso l'utilizzo di più forme e canali espressivi come simulazioni di blog, siti web e social.

Tre le tracce proposte, diverse per ciclo di istruzione:

 

Classi del primo ciclo di istruzione scuola primaria:

"Dopo la promulgazione delle “leggi razziali” del 1938 e il successivo inasprimento della persecuzione nazifascista, molte famiglie ebraiche, durante la Shoah, hanno tentato con ogni mezzo di mettere in salvo i loro bambini. A volte li hanno affidati ad altre famiglie o organizzazioni che hanno provveduto alla loro salvezza. Ricercate e raccontate, nelle modalità che preferite, qualcuna di queste storie".

 

Classi del primo ciclo di istruzione scuola secondaria di I grado:

"Illustrate/sceneggiate/commentate contenuto e significato della normativa antiebraica fascista del 1938, con particolare riguardo al mondo della scuola, per spiegarla a chi proviene da altre realtà e da altre culture. Riflettete su come la conoscenza della storia passata possa essere utile, ottant’anni dopo, per capire la realtà di oggi".

 

Classi del secondo ciclo di istruzione scuola secondaria di II grado:

"Da pochi mesi erano state proclamate le leggi razziali, e stavo diventando un isolato anch’io. I compagni cristiani erano gente civile, nessuno fra loro né fra i professori mi aveva indirizzato una parola o un gesto nemico, ma li sentivo allontanarsi, e, seguendo un comportamento antico, anch’io me ne allontanavo: ogni sguardo scambiato fra me e loro era accompagnato da un lampo minuscolo, ma percettibile, di diffidenza e di sospetto. Che pensi tu di me? Che cosa sono io per te? Lo stesso di sei mesi addietro, un tuo pari che non va a messa, o il giudeo che «di voi tra voi non rida*»?” (Primo Levi, Ferro da Il sistema periodico).

A ottant’anni dalla pubblicazione del Manifesto della Razza e delle successive leggi razziali, contestualizzate e analizzate la citazione di Primo Levi. Approfondite le conseguenze della normativa antiebraica nel mondo della scuola e nella società.

 

DEADLINE

Le istituzioni scolastiche dovranno inviare entro il 28 novembre 2017 i lavori prodotti (la partecipazione implica l'elaborazione di una sola traccia) all'Ufficio Scolastico Regionale di competenza il quale, attraverso la  nomina di una Commissione di esperti incaricata, individuerà per ogni ciclo di studi (primaria, secondaria di I grado, secondaria di II grado) due lavori ritenuti meritevoli di concorrere a livello nazionale.

 

PREMIAZIONE

I lavori selezionati saranno infine sottoposti al giudizio finale di una Commissione paritetica Nazionale composta da rappresentanti del MIUR e dell’UCEI (l'Ente rappresentante le 21 comunità ebraiche in Italia) che procederà all’individuazione di un vincitore per ogni grado di studi.

I vincitori saranno pemiati il 27 gennaio 2018 in occasione della "Giornata della Memoria" dal On. Ministro Valeria Fedeli e ricevuti dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella oltre che dal Presidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane (UCEI).

 

 

Per approfondimenti consulta il BANDO DI CONCORSO

 

 

 

La Redazione

31 ottobre 2017

Etilometro

Etilometro on-line

Consulenze online

piccolo chimico

Piccolo chimico

Gioco azzardo

Gioco d'azzardo

Prevaricazioni e bullismo

Prevaricazioni e bullismo

Servizio civile

Servizio civile

scrivici

 

MakeIt Modena_logo