Tu sei qui: Home / Piccolo chimico / TABACCO / Effetti, rischi e danni / Dieci sigarette e una canna al giorno: è troppo come dosaggio giornaliero?

Dieci sigarette e una canna al giorno: è troppo come dosaggio giornaliero?

creato da La redazione — ultima modifica 16/09/2016 11:53

Ciao piccolo chimico ho 19 anni e fumo sigarette, almeno 10 al giorno, e canne, almeno 1 al giorno, nient'altro. Faccio tanto sport, almeno 3 volte alla settimana, e spesso non sento il peso di questi vizi, a volte invece sì. Volevo solo una tua opinione per quanto riguarda le canne. Qui in Italia è tutto tagliato con le peggio cose, volevo sapere quanto fa male fumare per esempio la cera delle scarpe, la plastica, il copertone, insomma le cose con cui si usa tagliare l'hashish, dove nuocciono e quanto invece, secondo te, 10 sigarette e 1 canna è troppo come dosaggio giornaliero?? Infine sono stato ad Amsterdam un po' di volte e mi è capitato di vedere anche avvocati in pausa pranzo fumare canne a manetta, lì come saprai è legale, e quindi ti chiedo perché è legale se sono provati i danni che il thc ha sul cervello e sul sistema nervoso?? Quello che so io è che il thc è una sostanza di cui non si sa ancora molto; c'è chi si azzarda a dire che può distruggere cellule tumorali. Ringrazio anticipatamente per la risposta.

 

Gentile utente, tutte le sostanze da taglio elencate possono solo peggiorare il danno irritativo ai polmoni, quando vengono fumate, e avere effetti tossici difficili da prevedere sugli altri organi; va sempre ricordato che quando si fuma ciò che respiriamo passa rapidamente nel sangue, è come fare una immediata iniezione endovenosa con una miscela di sostanze chimiche sconosciute. Per quanto riguarda il fumo quotidiano, 10 sigarette di tabacco sono già segno di tabagismo con dipendenza da nicotina, ed 1 sigaretta di cannabis al giorno determina una condizione permanente di intossicazione cronica da THC, che si deposita per lunghi periodi nel tessuto adiposo e nel cervello, peggiorando le capacità di memoria e di ragionamento.

 

Cordiali saluti,

 

Dr. Claudio Ferretti

SERT e Centro alcologico

Ausl di Modena